Senza glutine senza pensieri

Magiare è un fatto serio, è nutrimento per il corpo ma è anche un'azione che può farci stare bene sotto differenti aspetti, dal piacere della buona tavola alla convivialità. Tutti aspetti per i quali il glutine non è l'ingrediente principale!
Eliminare o ridurre il consumo di glutine è auspicabile anche in chi non mostra i segnali di una patologia ad esso collegata poiché la grande elasticità che caratterizza questo complesso alimentare può provocare effetti dannosi su chiunque. In questo post non voglio tediarvi con aspetti scientifici e tecnici, perciò se siete interessati ad approfondire vi invito a dare un'occhiata al sito dell'AIC e a questo articolo, dove troverete anche i rimandi alla bibliografia scientifica.
In questa sede ci occuperemo solo di cucina e in particolare di alcuni piccoli accorgimenti da seguire per preparare un menù senza glutine.

Come sostituire i carboidrati
Lo so che state pensando questo, come sostituire un piatto di pasta!!
Le alternative sono due:
  1. utilizzare cereali in chicchi naturalmente privi di glutine
  2. utilizzare prodotti industriali alternativi senza glutine
Personalmente preferisco la prima opzione e la consiglio vivamente anche a voi: il chicco vi stupirà per sapore, consistenza e versatilità mentre la pasta senza glutine non potrà reggere l'inevitabile confronto con i prodotti classici. Se non volete rinunciare alla pasta provatene diversi tipi e scegliete la vostra preferita, io vi consiglio la pasta di mais, quella di lenticchie e quella a base di grano saraceno, per me sono le migliori per quanto riguarda la consistenza, non si sfaldano e reggono bene la cottura, dovete però considerare le differenze nel gusto.

Lievitazione e prodotti da forno 
Anche qui immagino le vostre perplessità mentre pensate a pane, pizza e focacce senza glutine eppure si possono ottenere ottimi risultati! Esistono molti fornai e panettieri specializzati che producono lievitati senza glutine con grande gioia per le papille gustative, affidatevi a loro senza remore; le remore riservatele invece ai prodotti industriali.. terribili!
Se avete voglia di mettere le mani in pasta e sperimentare potete cominciare utilizzando i mix di farine ormai facilmente reperibili in commercio, per poi passare ai vostri mix personalizzati; ecco alcuni accorgimenti da seguire:
  1. Inserite nell'impasto patate bollite o in fiocchi
  2. Aggiungete alle farine la farina di carrube
  3. Conservate l'alimento (acquistato o autoprodotto) al riparo dall'aria, sottovuoto sarebbe perfetto
Vi invito a visitare il sito Pane Amore Celiachia per scoprire altri utilissimi consigli e provare le loro ricette collaudate e buonissime!
E la frolla senza glutine? Nei miei esperimenti ho notato che aggiungendo frutta secca o semi oleosi all'impasto la consistenza migliora nettamente, tanto da permettervi di eliminare dall'impasto anche le uova, se lo desiderate; vi sconsiglio invece l'utilizzo degli olii per sostituire il burro perché la frolla,  già molto friabile, diventerebbe ingestibile, meglio usare il burro o la margarina o burro vegetale preparato con frutta secca, semi oleosi o olio d'oliva.
Creme e salse
Se riusciamo a preparare pasta focaccia r frolla senza glutine possiamo facilmente preparare creme salse vellutate e affini senza utilizzare farine che contengano glutine, qui basta davvero semplicemente sostituire la farina di frumento con quella di riso o di carrube o di altro tipo gluten free.
Prepariamo una cena
E ora finalmente, siamo pronti per strutturare un menù completo totalmente senza glutine. Vi lascio quale spunto di partenza e poi date libero sfogo alla vostra fantasia!

  1. Prestate attenzione agli utensili, pentole posate, taglieri e tutto ciò che utilizzate per la preparazione e conservazione: tutto deve essere ben pulito e gli alimenti vanno tenuti lontani da quelli contenenti glutine;
  2. Associate sempre i carboidrati e le proteine, soprattutto se non mangiate carne e derivati animali;
  3. Inserite una porzione di verdura cotta e una di verdura cruda, sotto forma di salsa, pesto, condimento, contorno, bevanda, ripieno..
  4. Fate attenzione agli alimenti a rischio, ne esistono molti che diamo per scontato essere senza glutine, sbagliando, come gli insaccati. Per sicurezza potete cosultare il Prontuario sempre aggiornato dell'AIC.
  5. Ed ecco infine alcuni esempi su come comporre i vostri piatti: 
  • Un primo a base di cereali o pasta ai cereali senza glutine, un secondo proteico a base di legumi (o uova o carne o pesce) 
  •  Un primo a base di legumi (come zuppe minestre o insalate fredde) o pasta ai legumi e un secondo a base di polpette di cereali e verdure
  •  Un piatto unico come cous cous, pasta al forno (decisamente la resa migliore per la pasta "sglutinata"), insalata di riso

E mi raccomando, se avete un celiaco a cena, non preparate cose diverse.. proponete lo stesso menù a tutti!! Convivialità prima di tutto :)

Commenti